Come Viene Progettato e realizzato un carrello elevatore

Come Viene Progettato e realizzato un carrello elevatore

Come Viene Progettato e realizzato un carrello elevatore CAT LIFT TRUCK

Lo stabilimento CAT LIFT TRUCK di Jàrvenpaa fabbrica carrelli per la movimentazione interna, ma la sua attitudine alle questioni qualitative potrebbe essere ugualmente applicata a qualsiasi prodotto. Fin dal principio desideriamo menzionare che il team di Jàrvenpaa vanta tutte le dovute qualifiche per dare consigli dato che i loro prodotti hanno vinto molti premi in sede internazionale.

All'inizio ci sono la ricerca e lo sviluppo

Il controllo della qualità comincia fin dalla fase di ricerca e sviluppo; una macchina può essere assemblata perfettamente nello stabilimento, ma se la progettazione, i materiali e i componenti da cui è formata sono di qualità scadente non darà mai prestazioni eccellenti. Janne Polvilampi, il Vice-presidente della sezione R&D, sostiene che il design industriale e il modo in cui è integrato in tutto il processo di ricerca e sviluppo rappresentano uno dei fattori principali per il successo dello stabilimento: "il processo inizia con un design di concetto per creare un'idea completa del processo mostrando quali sono gli obiettivi del team e prendendo in considerazione tutti i settori pertinenti, quello meccanico, tecnologico e di progettazione, insieme agli altri fattori che daranno forma al progetto e decideranno la qualità del prodotto finale".

Cosa molto importante, i colleghi di Janne 'mettono sempre il cliente al centro in ogni fase del progetto. Naturalmente il cliente potrebbe avere un interesse limitato nella progettazione tecnica del carrello elevatore, ma è più che interessato al modo in CUI aiuterà la sua anima.

Un processo correlato di ricerca e sviluppo usato a Jarvenpaa è la ‘co-creazione', cioè invitare i clienti e le concessionarie della Cat Lift Trucks a partecipare alla fase di ricerca e sviluppo del prodotto già fin da l’inizio per rendersi conto dei loro requisiti correnti e futuri. I ricercatori vanno ai magazzini dei clienti e su altri luoghi di lavoro e studiano il modo in cui sono usati i carrelli parlando con il personale

E’ essenziale “misurare l’opinione dell'operatore del carrello durante la fase di sviluppo e il team ha scoperto metodi adatti di definizione dei criteri per esprimere i sentimenti dell’operatore durante le prove. Si eseguono test simulati ai computer e dal vero, usando molti operatori per assicurare l'affidabilità dei risultati.

Prove, prove, prove

Quando si parla dl testare il prodotto, allo stabilimento CAT LIFT TRUCK di Jarvenpaa è stata aggiunta una nuova dimensione poiché, oltre ad avere il vantaggio di un'esperienza di 70 anni nella produzioni di mezzi per la movimentazione interna lo stabilimento è stato un leader nello sviluppo di veicoli a guida automatica (AGV) fin dal 1983.

Questa conoscenza approfondita dell'automazione, usata per testare l'attrezzatura di movimentazione dei materiali, permette un approccio molto più rigoroso di quanto sia possibile usando delle persone. In un test automatizzato, un carrello elevatore può essere utilizzato in continuazione, 24 ore al giorno e 7 giorni alla settimana, mentre un operatore dovrebbe di necessità fermarsi e dormire. Con un'attrezzatura automatizzata per i test è possibile inoltre sottomettere i carrelli a delle condizioni più rigorose di quanto sarebbe possibile con una persona a bordo. Inoltre, dato che il test è eseguito dalle macchine, i dati rivelati sono molto accurati.

Come si può anticipare, lo stabilimento CAT LIFT TRUCK di Jarvenpaa ottempera a tutti gli standard ISO pertinenti per la gestione della qualità, ma Janne Polvilampi considera questi requisiti soltanto ‘minimi’. Ci ha spiegato: "Quando testiamo un prodotto andiamo perlomeno due volte più avanti; tanto per dare un esempio applichiamo gli standard molto più severi per i criteri del ciclo di Vita stabiliti dai nostri soci in tutto il mondo".

Gli ingredienti giusti

Ogni chef vi dirà che gli ingredienti scadenti possono rovinare qualsiasi ricetta, quindi lo stabilimento testa non solo il veicolo assemblato, ma anche i componenti individuali. Molte parti sono prodotte nello stabilimento, ma quelle che provengono da altre fabbriche sono acquistate soltanto da fornitori di ottima reputazione. I componenti sono soggetti allo stesso regime di test nello stabilimento prima dell'uso anche se la fabbrica da cui provengono è ben conosciuta per la qualità dei suoi prodotti.

Il signor Janne ha precisato: "Come in tutti gli aspetti del settore ricerca e sviluppo, nella scelta dei componenti adottiamo un approccio multifunzionale dato che, includendo la Produzione, gli Acquisti ed altre funzioni correlate nel processo usato per prendere le decisioni, possiamo essere sicuri che, una volta pronti a costruire il carrello elevatore, avremo preso in considerazione tutto quanto possa influire sulla sua qualità".

Valore del personale

A questo punto continua la storia Rami Alto, Vice-presidente della sezione produzione, responsabile per i 120 impiegati che costruiscono i carrelli e devono assicurarne la qualità prima della distribuzione e vendita.

A detta sua: "Tra i fattori più importanti si annoverano l'esperienza e le conoscenze del personale; dato che molti sono esperti in diversi settori godiamo una considerevole flessibilità e possiamo indirizzarli da un compito ad un altro a seconda delle circostanze".

Il fatto che lo stabilimento abbia una buona reputazione come fabbrica ha attratto persone di alta qualità non solo ai reparti di produzione, ricerca e sviluppo ma anche negli altri settori. Un altro fattore è l'ubicazione dello stabilimento - non esiste nella zona un'altra fabbrica importante di veicoli che potrebbe attirare giovani di talento.

Entro l'organizzazione CAT LIFT TRUCKS lo stabilimento di Jàrvenpaa ha un'ottima reputazione per il personale e gli standard qualitativi. Molti lettori saranno consapevoli del fatto che, durante una riorganizzazione recente delle proprie operazioni, la società ha mosso la linea di assemblaggio dei carrelli elettrici controbilanciati da Almere, Olanda, allo stabilimento di Jàrvanpaà, che poi è stato anche nominato come il proprio centro d sviluppo dei carrelli elettrici controbilanciati.

Un miglioramento continuo

Alla fine di ogni linea e prima che sia rilasciato per la distribuzione si controllano diversi punti chiave su ogni carrello elevatore. Come misura extra di controllo della qualità, circa un carrello elevatore su 50 viene scelto a caso per una prova molto intensiva del prodotto.

Per i carrelli elettrici controbilanciati il team di produzione di Jarvenpaa usa gli stessi criteri e le procedure di controllo adottate in passato ad Almere. Benché in questo modo si dovrebbe assicurare una soddisfazione continua per la qualità della produzione, non c'è mai posto per l’autocompiacimento.

Rami Alto ha concluso: “Come le nostre associate nell’organizzazione globale seguiamo la filosofia giapponese 'Kaizen’ cioè un miglioramento continuo, fase per fase, di ogni processo e attività. Sappiamo che costruiamo prodotti di una qualità molto alta, ma rimaniamo sempre dell’opinione che potrebbero essere migliorati".

Per ulteriori informazioni sul noleggio di carrelli elevatori frontali, visita il nostro sito. Su Rentalmarket.it Confronta le migliori offerte di noleggio di mezzi da cantiere e risparmia!