Rapporto tra noleggio e web

Rapporto tra noleggio e web

Il centro di ricerca per le vendite al dettaglio americano, quest’anno ha stimato che le vendite on line sono cresciute a livello globale del 18%contro una crescita delle vendite “convenzionali” pari al 3.5%. È diventato sempre più difficile ricordarsi di un acquisto fatto in un negozio convenzionale (eccetto per gli alimenti) così come è chiaro che internet sta cambiando il nostro modo di effettuare gli acquisti e non è un caso che Amazon ha raggiunto il fatturato di 97 miliardi di dollari in meno di 20 anni di vita. Ma la domanda sorge spontanea: “quando accadrà anche per il noleggio di piattaforme aeree, telescopici, autogru e macchine da cantiere in genere?. Esisterà un sito di riferimento che potrà essere paragonato all’Amazon del noleggio di macchine da cantiere?”. Se osservassimo oggi il mercato on line del noleggio di macchine da cantiere, vedremmo che esso è distinto in 4 gruppi:

Gli integralisti dell’online

Pochissime aziende che hanno una struttura fisica di depositi localizzati in varie aree geografiche e che hanno una interazione con i clienti basata al 100% sull’online. I mezzi trattati sono pochi e ben conosciuti dalla clientela di riferimento e le tariffe molto competitive.

I comparatori di prezzo

Aggregatori di domanda che permettono alla clientela di confrontare i preventivi di noleggio di mezzi da cantiere in maniera molto semplice ed efficiente e segnalano ai noleggiatori professionisti le esigenze raccolte, applicando una fee per ciascun contatto

Noleggiatori Multicanale

Noleggiatori che hanno un sistema efficiente di ordinazione / noleggio di macchinari da cantiere on line ma mantengono una solida quantità di clientela che ordina ancora attraverso

I Follower

I noleggiatori che per incapacità o per mancanza di volontà, sperano che il fenomeno internet scompaia e che rappresenteranno i clienti principali dei portali di comparazione prezzi.

Quello che rappresenterà il vero sviluppo del settore noleggio sul web sarà l’efficienza, la capacità di consulenza e la competitività dei prezzi che il settore dovrà essere in grado di fornire ai clienti con cui oggi si rapportano in modo convenzionale.